Newsletter

Abbonatevi gratuitamente al Pronto Consumatore in versione di newsletter per essere sempre aggiornati sulla tutela del consumatore.

Pronto Consumatore dicembre 2002

Bollettino d'informazione del Centro Tutela Consumatori ed Utenti onlus

I relativi link sono elencati a fine pagina.

Elettrosmog: Appello dei medici

Con un appello che ha destato un certo scalpore, cento medici tedeschi hanno messo in guardia dai pericoli per la salute causati da cellulari e antenne della telefonia mobile. I sanitari vedono un collegamento diretto tra il numero crescente di malati cronici e l'aumento della diffusione di apparecchi radiomobili. I firmatari dell'"appello di Friburgo" chiedono ora ai responsabili della politica e della sanità pubblica di conciliare gli interessi dell'industria con quelli degli individui e di adottare tutte le misure necessarie a breve e medio termine per tutelare la salute dei cittadini. Il testo integrale dell'appello è consultabile alla homepage del CTCU; copia del documento può essere sottoscritta dagli interessati presso gli uffici del CTCU o lo Sportello Mobile del Consumatore.

Assicurazioni 1: Senza formazione non puoi vendere l'assicurazione

In risposta alle numerose segnalazioni del CTCU, l'istituto di vigilanza sulle assicurazioni ISVAP, con sede a Roma, ha emesso lo scorso ottobre una circolare. Il documento stabilisce il divieto per le strutture commerciali "multilevel" di vendere prodotti assicurativi quali fondi pensione aperti, fondi integrativi previdenziali e polizze vita legate a fondi. In futuro, la vendita di servizi così delicati e complessi potrà essere affidata solo a operatori debitamente preparati e controllati dall'autorità. Inoltre, le compagnie assicuratrici non potranno più incassare premi in contanti per le assicurazioni sulla vita.

Assicurazioni 2: Rimborsi

Nel febbraio 2002, il Consiglio di Stato ha condannato alcune compagnie assicuratrici a una multa di 350 milioni di euro (700 miliardi di lire) per aver tentato di costituire un cartello monopolistico, in violazione alla legge sulla concorrenza. Ora le stesse società sono prese di mira anche dai giudici di pace. I clienti danneggiati stanno infatti chiedendo la restituzione delle quote di premio pagate in sovrappiù. Due sentenze del tribunale di pace hanno finora dato ragione ai consumatori. Tra poco si terrà anche nella nostra provincia il primo procedimento intentato da una consumatrice altoatesina. Il CTCU invita coloro che hanno versato più del dovuto a chiedere un rimborso alla loro compagnia assicuratrice. Gli interessati possono rivolgersi alla nostra associazione per assistenza.

Salute 1: Medicinali bilingui

L'intervento del Centro Tutela Consumatori Utenti ha indotto il nucleo antisofisticazione (NAS) dei Carabinieri di Trento ad avviare accertamenti per verificare l'osservanza delle norme sul bilinguismo nei foglietti illustrativi allegati ai medicinali (art. 14 del decreto del Governo del 29 maggio 2001). Ora si tratta di vedere se le indagini saranno seguite da sanzioni a carico delle aziende farmaceutiche che non rispettano la legge citata.
Le segnalazioni relative alla mancanza del cd. "bugiardino" in tedesco possono essere inviate direttamente al NAS di Trento, al seguente indirizzo: Comando Carabinieri per la Sanità - NAS di Trento - Largo Porta Nova, 9 - 38100 Trento.
La denuncia dev'essere inoltrata per mezzo di lettera raccomandata AR, allegando il foglio illustrativo non tradotto. Un facsimile della lettera di denuncia è disponibile presso i nostri uffici.

Salute 2: Contro il rumore non c'è più scampo

Con un autentico colpo di mano la Giunta provinciale ha abolito il diritto alla tranquillità tra le pareti domestiche. Con decreto del 14.06.02, il Presidente della Giunta provinciale ha di fatto soppresso gli articoli inerenti alle misure tecnico-operative contro l'inquinamento acustico, stralciandoli dal proprio precedente decreto n. 4 del 6.3.89. Guarda caso, tali articoli sono proprio quelli cui potrebbe appellarsi chi rivendichi il diritto alla quiete in casa propria e chieda l'osservanza dei requisiti antirumore in fase di costruzione delle abitazioni. Ciò significa che, d'ora in poi, le imprese edili potranno eseguire pareti e soffitti in qualunque materiale, senza più l'obbligo di garantire un sufficiente isolamento acustico. Secondo il CTCU, questo è l'ennesimo atto di sottomissione dei governanti locali nei riguardi delle imprese di costruzioni.


Alimentazione: Attenzione ai cibi fritti

Cattive notizie per chi non sa resistere alla tentazione dei prodotti arrostiti, tostati o fritti. Un gruppo di ricercatori svedesi ha rilevato la presenza di acrilamide negli alimenti cotti in questo modo. A seguito di esperimenti condotti sugli animali, tale sostanza è risultata cancerogena, nonché responsabile di danni al patrimonio genetico. Ancora non è chiaro perché l'acrilamide si accumuli in quantità così elevate in certi prodotti, come p.es. le patatine fritte o i biscotti. In via preventiva, il CTCU invita a moderare il consumo dei prodotti a rischio e accusa il silenzio delle autorità italiane competenti in materia. Per saperne di più sull'acrilamide negli alimenti potete consultare il sito del CTCU.

Sito del mese:

www.adbusters.org
si tratta di una fondazione che raggruppa artisti, attivisti, grafici creativi, studenti e insegnanti, accomunati dall'obiettivo di svelare i meccanismi dell'inganno pubblicitario. Numerose le iniziative, dalle "controcampagne" pubblicitarie all'organizzazione della "giornata del non acquisto", che la Rete di Lilliput ha rilanciato in Italia in chiave di consumo critico.