Newsletter

Abbonatevi gratuitamente al Pronto Consumatore in versione di newsletter per essere sempre aggiornati sulla tutela del consumatore.

PRONTO CONSUMATORE NOVEMBRE/DICEMBRE 2013


Bollettino d'informazione del Centro Tutela Consumatori Utenti - supplemento al n. 71/78

La versione integrale cartacea del Pronto Consumatore viene recapitata gratuitamente via posta ai soci del CTCU oppure è disponibile in formato PDF nella sezione download. Le seguenti news sono un estratto.

Natale: cosa regalare?

Cosa regalare a parenti ed amici che possiedono già tutto o quasi? Che ne pensate di qualche regalo che faccia bene ad altre persone e/oppure all’ambiente? Di seguito alcune proposte:

Regalare "tempo"
Prendersi il tempo per fare qualcosa insieme (passeggiate, tour con gli sci, gite, mostre, teatro, etc.) può essere un bel regalo – meglio ancora se fatto già con proposte per date concrete. Anche e soprattutto il "tempo per se stessi" è ormai davvero un bene prezioso, forse il più prezioso. Pertanto lo si può regalare ad esempio ad una coppia di neo-genitori, offrendosi come babysitter oppure per aiutarli a sbrigare incombenze "ruba-tempo" varie.

Regalare "conoscenza" (know-how)
Chi ritiene di essere capace nel fare o sapere qualcosa e lo fa volentieri, può regalare questi suoi talenti e capacità ad altri. Chi ad esempio si diverte a vendere cose ad un mercatino delle pulci, e sa che vi sono persone che hanno molte cose da donare, può "confezionare" anche dei bei regali. Qualcun altro può invece mettere volentieri a disposizione degli altri le proprie capacità nel sistemare o rendere riutilizzabili cose ed oggetti difettosi o non funzionanti oppure nel fare piccoli lavori di artigianato.

Regalare "un grazie"
Anche una lettera di ringraziamento può essere un regalo apprezzato. Anche semplici parole come "volevo ringraziarti per ciò che hai fatto o …" o "apprezzo come sei, perché …" possono regalare gioia, magari inaspettata, a qualcuno che si conosce …

Regalare racconti
Anche i ricordi di infanzia, cronache familiari oppure un reportage fotografico dell’ultimo anno possono essere un’idea per parenti ed amici. Chi ha dimestichezza con il PC, può facilmente confezionare un album o una raccolta on line all’ultima moda; assicurandosi ovviamente prima che chi riceve il regalo sia poi in grado di utilizzare il prodotto informatico così regalato.

Regalare aiuto alle popolazioni di Paesi "poveri"
Già 20 euro possono costituire un aiuto concreto per persone in Paesi poveri. Associazioni no-profit offrono anche la possibilità di sostegni ancora più concreti alle stesse, come ad esempio finanziare l’acquisto di attrezzi da lavoro, di un albero oppure di un banco di scuola (i progetti in questo ambito sono i più vari). Anche regalare una zanzariera può essere un regalo molto utile per salvare delle vite. Simili donazioni possono essere fatte anche tramite internet.

Regalare doni "equo-solidali"
Altrimenti si può fare del bene semplicemente con la spesa quotidiana: nelle "botteghe del mondo", oppure nei negozi con prodotti naturali ma anche in alcuni supermercati si trovano i prodotti del commercio equo e solidale. "Equo" perché i contadini-produttori dei Paesi più poveri della terra ricevono un compenso equo per i loro prodotti, garantendo così la loro sopravivenza. Pertanto, se a Natale avete deciso di regalare caffè, the, dolciumi, giocattoli, bigiotteria o tessili del commercio equo, regalerete senz’altro gioia e garantirete un sostegno economico ad altre persone.


Buoni e cambio merce nel periodo natalizio

Che durata ha di norma il buono?
Nel momento del rilascio è bene fissare con il negoziante la data di scadenza del buono: entro un certo giorno, un anno oppure con scadenza illimitata. A livello normativo non esistono regole particolari, almeno da noi. L'unica che potrebbe eventualmente valere è quella della prescrizione ordinaria: se il buono non riporta alcuna data di validità, si presume che il credito che rappresenta si prescriva con il decorso di 10 anni dalla sua emissione. In caso non riusciste a riscuotere un buono (ad es. un buono viaggio) per tempo, cercate di prendere accordi con l’emittente prima della scadenza del buono. Spesso le aziende acconsentono a prolungare la scadenza del buono.
Possibilità di restituzione o permuta
Contrariamente ad una idea erronea, assai diffusa, non vi è un diritto generale di restituzione o cambio merci previsto per legge! Tante ditte però lo offrono, volontariamente, come servizio.
Mentre nella permuta può essere scelta un’altra merce, in caso di restituzione viene rimborsato il prezzo d’acquisto. In quasi tutti i negozi viene posta la condizione che l’acquisto venga provato tramite lo scontrino. La merce deve essere integra, e spesso viene richiesta la confezione originale. Soprattutto abbigliamento e biancheria non devono essere stati mai indossati.


Agevolazioni fiscali sulla casa

In relazione alle agevolazioni fiscali relativi ad interventi edilizi della casa sorgono tante domande. Per quali lavori è possibile fruire delle agevolazioni? Chi ne può beneficiare? Quali sono i costi riconosciuti? Per quale periodo valgono?
Risposta a queste ed altre domande nella nuova “guida pratica in tema di agevolazioni fiscali per la casa”, disponibile sul sito e presso le sedi del CTCU.


Preparare la casa per l’inverno

Prima che l’inverno abbia inizio, è buona cosa allestire la casa e il giardino per fronteggiare le insidie causate dalle basse temperature. Chi “previene”, può evitare i danni derivanti da freddo, ghiaccio, neve, tempeste e acqua da disgelo. La lista predisposta da “test.de” evidenzia alcuni aspetti da tenere senz'altro sott’occhio.
Trovate la check-list sul sito e presso le sedi del CTCU.


Ridotte le detrazioni fiscali per le polizze vita
Abrogata la possibilità di deduzione delle polizze auto

Con la conversione in legge del cd. "decreto IMU" il Parlamento ha confermato la riduzione dell'importo massimo della detrazione di imposta nella dichiarazione dei redditi annuale delle polizze vita e di invalidità permanente. L'importo massimo sino ad ora consentito - € 1.291,14 - è stato ridotto a 630 euro, retroattivamente anche per il 2013. Dal 2014 l'importo massimo sarà ulteriormente abbassato a 530 euro.
Diversamente da quanto da noi riportato in precedenza, la norma riguarda anche le polizze vita stipulate prima del 31.12.2000.
Dal 2014 i premi per le polizze che coprono il rischio di "non-autosufficienza" (ovvero le cd. "long-term care") potranno essere nuovamente detratte per un importo massimo di 1.291,14 euro.
Anche il settore delle polizze rc auto è rimasto toccato dalle novità normative. Dall'anno prossimo, infatti, non sarà più possibile dedurre l'importo pagato al Servizio Sanitario Nazionale (SSN) con il premio di polizza. Tale importo ammonta al 10,5% del premio netto. Nella dichiarazione di quest'anno vi era già stato il primo taglio: solo importi superiori ai 40 euro potevano essere dedotti dal reddito. In altre parole: chi pagava un premio rc auto netto inferiore a 381 euro non poteva più godere della deduzione. Si stima che il 50% degli assicurati avesse perso tale beneficio. Ora anche per il resto degli assicurati il beneficio viene meno.
Il decreto legge n. 102/2013 è stato convertito con Legge 124/2013 ed è in vigore dal 30 ottobre 2013.


Il Centro Tutela Consumatori Utenti offre nuovo servizio di consulenza su questioni fiscali

Capita spesso che i consumatori si vedano recapitare richieste di pagamento da parte dell’Agenzia delle Entrate. Chi può permettersi un commercialista, oppure chi ad esempio ha affidato la propria dichiarazione dei redditi ad un Centro di Assistenza Fiscale, di norma non fatica molto a risolvere la questione. Però vi sono molti contribuenti che nel caso in cui ricevano avvisi di pagamento per verbali relativi a contravvenzioni stradali oppure altri avvisi o cartelle di pagamento quasi inspiegabili non sanno a chi rivolgersi. Per tutti coloro che siano alle prese con simili problemi il CTCU offre ora un servizio di consulenza dedicato alle questioni fiscali. Una volta alla settimana, presso la sede centrale del CTCU a Bolzano, sarà a disposizione una consulente, esperta della materia.
Le prenotazioni possono essere fatte tramite la hotline dei consumatori al numero 0471-975597.


Andiamoci piano con la cannella

Indice puntato contro la cannella cassia, "rea" di contenere la cumarina, un aromatizzante che può causare l'epatite nei soggetti più sensibili. Per i nostri dolci natalizi ricordiamo dunque di usare la cannella con moderazione, a meno che non sia stata acquistata in una Bottega del Mondo. Le Botteghe del Mondo, infatti, vendono la pregiata cannella di Ceylon, che presenta un tenore di cumarina assai più basso della cannella cassia proveniente dalla Cina.


Fondo Dolomit e OPS a “Mi manda Rai 3"

Anche la rete TV nazionale "RAI 3" si è occupeta della questione "Fondo Dolomit" e OPS, che riguarda 4.000 investitori locali, clienti della Cassa di Risparmio di Bolzano. La trasmissione è andata in onda mercoledì 20 novembre 2013, e può essere rivista grazia alla funzione “on demand” del sito rai.tv.


Volo annullato, in ritardo o con eccesso di prenotazioni – i diritti dei passeggeri aerei riconosciuti dal diritto comunitario valgono anche per le compagnie extracomunitarie?

Tra le richieste più frequenti che pervengono al Centro Europeo Consumatori di Bolzano vi sono da sempre quelle che riguardano i diritti dei passeggeri aerei. Malintesi e false convinzioni emergono soprattutto quando si è a bordo di un volo di una compagnia extracomunitaria. Quali diritti hanno i consumatori che volano con un vettore svizzero, turco o arabo o rimangono a terra?
Per queste ipotesi è rilevante l'aeroporto di partenza. Il Regolamento comunitario n. 261/2004 sui diritti dei passeggeri aerei si applica se si tratta di un volo di linea o charter in partenza da un aeroporto di un Paese membro, indipendentemente se la compagnia sia in possesso di una licenza rilasciata in un Paese dell'UE. Se il volo parte invece al di fuori dell'UE, il Regolamento si applica solo se il vettore è in possesso di una licenza comunitaria. Se si tratta ad esempio di un volo di una compagnia aerea americana da Monaco a New York o di una compagnia araba che vola da Bergamo a Casablanca, il Regolamento si applica; non così invece se i voli delle stesse compagnie volano da New York o da Casablanca. Nel caso di un volo di una compagnia aerea svizzera da Roma a Bolzano o il contrario, il Regolamento ed i diritti dei passeggeri si applicano in entrambe le ipotesi.
Per conoscere concretamente i diritti dei consumatori in questi casi, potete consultare il sito www.euroconsumatori.org.