Suggerimenti per il risparmio energetico per il mese di dicembre

I consigli del CTCU per il risparmio energetico nel periodo natalizio


Nel periodo natalizio, per molte famiglie aumenta il consumo di energia, che arriva ai livelli di punta annuali. Non c'è da stupirsi, visto che si passa la maggior parte del tempo in casa, in stanze ben riscaldate. Si usa molto di più il forno e luci di Natale fanno brillare le case. Per questo motivo il Centro Tutela Consumatori Utenti (CTCU) dà consigli pratici per il risparmio energetico.

Illuminazioni natalizie

Babbi Natale brillanti, stelle lampeggianti alle finestre, luci attorno alla casa. Da inizio dicembre fino all'Epifania quasi tutte le case brillano, e pochi pensano ai consumi di energia ed ai relativi costi.
Per non creare costi in eccesso, le decorazioni di Natale dovrebbero essere usate e scelte con prudenza. Se si usano catene di luci (una catena da 8 metri di lunghezza consuma per esempio 150 watt) per 8 ore al giorno, il costo in cinque settimane può arrivare anche a 50 euro e più.
In confronto, un tubo LED da 9 metri di lunghezza consuma fino al 80% di energia in meno. I tubi di luce LED consumano in media dai 14 ai 30 watt. Le spese d'accuisto maggiori per i LED sono ammortizzati dopo un breve periodo, e questo non solo grazie al consumo di potenza inferiore, ma anche per la loro maggiore durata. In commercio si trovano anche singole “candele” LED, per la decorazione degli alberi di Natale.

L'utilizzo del forno

Nel periodo natalizio, fra biscotti, torte ed arrosti, il forno rimane acceso a lungo. Per molte pietanze non serve preriscaldare il forno, evitando così il relativo consumo di energia e costi inutili L'utilizzo mirato del calore residuo può poi ulteriormente ridurre i costi. In generale, la cottura ventilata è più efficiente rispetto alla cottura a calore, visto che la temperatura di funzionamento è inferiore circa di 20-30 gradi.
Le pietanze pronte devono raffreddarsi per bene prima di essere riposte in frigorifero; anche questo permette un risparmio di energia.

Arieggiare la casa in modo efficace

Nella stagione fredda passiamo molto tempo nelle case, ben riscaldate. Per non far lievitare oltremodo i costi per il riscaldamento, è necessario arieggiare le case in modo efficace.
Ridurre la temperatura di 1 grado riduce i consumi di energia di ca. il 6%. Ma soprattutto un'areazione “sbagliata” significa sprecare energia. Il modo più efficiente è quello di creare in casa il cosiddetto “giro d'aria”. Bisogna aprire porte e finestre contemporaneamente in modo da diminuire i tempi del ricambio: da 1 a 3 minuti sono di solito sufficienti.

Un consiglio per i regali di Natale

Gli apparecchi elettronici sono spesso regali molto gettonati. Chi intende fare un regalo davvero apprezzato, tenga conto nella scelta anche il consumo energetico del prodotto.


Informazioni utili

Altre informazioni utili sul risparmio energetico si trovano nei vari fogli informativi, disponibili presso la sede del Centro Tutela Consumatori Utenti, oppure sul sito internet (www.centroconsumatori.it), lo Sportello mobile del consumatore, le sedi periferiche.
Oltre ai fogli informativi, il CTCU fornisce una consulenza tecnica, il lunedì dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 17 chiamando il numero 0471-301.430. Se necessario, é possibile prendere un appuntamento per una consulenza personalizzata.




Comunicato stampa
Bolzano, 16/12/2016