Coibentazione interna

Vorreste migliorare la protezione termica di un edificio esistente, ma non potete intervenire con isolamenti esterni? La soluzione, in questo caso, è coibentare dall'interno.

Quando è utile ricorrere alla coibentazione interna?

La coibentazione interna rappresenta una valida alternativa in varie situazioni, ad es.:
  • quando l'edificio o la facciata esterna sono sottoposti a vincolo architettonico
  • quando si vuole/si deve conservare l'aspetto della facciata esterna (ad es. muro a facciavista)
  • quando non è possibile coibentare l'edificio dall'esterno per mancanza di distanze adeguate o a causa di altri problemi tecnici
  • quando un edificio viene utilizzato o comunque riscaldato solo parzialmente (ad es. case di villeggiatura)
  • quando si decide in un secondo momento di riscaldare un locale interrato.

A cosa prestare attenzione?

Anzitutto la coibentazione interna deve essere eseguita a regola d'arte. Nello specifico, i materiali termoisolanti vanno applicati a diretto contatto del muro, senza lasciare intercapedini tra i due elementi.

Al fine di evitare danni strutturali, la coibentazione interna deve essere ermetica all'aria. Altresì è importante evitare il montaggio di impianti in prossimità della superficie coibentata.

La coibentazione interna non può limitarsi alla parete perimetrale, perché ciò comporterebbe il deterioramento della parete stessa in corrispondenza dei ponti termici. Per evitare questo problema, è necessario coibentare anche soffitti e pavimenti applicando pannelli, cunei e intonaci in materiale isolante. Lo stesso vale anche per i punti di contatto con le pareti interne.

Negli ambienti ad alto tasso di umidità, anche se coibentati, è fondamentale collocare gli arredi ad almeno 5 cm di distanza dalle pareti.

Quali sono i vantaggi?

Una corretta coibentazione interna permette non solo di ridurre le spese di riscaldamento, ma anche di migliorare il comfort abitativo. L'applicazione di materiale isolante fa aumentare di 2-4 °C la temperatura del lato interno della parete, con un effetto positivo sul clima interno dell'abitazione.
Tuttavia si rammenti che la coibentazione interna di un edificio è meno efficace di quella esterna e andrebbe adottata solo laddove non sia possibile intervenire sugli esterni.


Maggiori informazioni:
www.centroconsumatori.it



WA124 Situazione 10/2014