La casa flessibile
Progettare bene oggi per risparmiare domani


Dall’infanzia alla vecchiaia, ogni fase della nostra vita presenta esigenze diverse per quanto riguarda l’abitare. Una casa progettata in modo flessibile e lungimirante garantisce il massimo comfort a tutti i suoi occupanti e a tutte le età. Inoltre aiuta a risparmiare nel caso di adattamenti a posteriori.

Quando si progetta la propria casa, infatti, non bisognerebbe pensare solo al presente, ma anche a ciò che potrebbe servirci in futuro.

Il concetto di casa in evoluzione è un modo di considerare le mutevoli esigenze abitative che si manifestano nel corso di una vita. Significa progettare ambienti adattabili a posteriori con facilità, senza dovere intraprendere lunghi e costosi lavori di ristrutturazione.

Un progetto di casa flessibile considera tutti gli apprestamenti necessari affinché i suoi abitanti possano fruirne senza restrizioni nelle varie fasi generazionali, e anche qualora subentrassero patologie invalidanti o legate all’invecchiamento.

Uno dei principali aspetti da considerare all’origine è dunque la possibilità di eliminare agevolmente eventuali barriere architettoniche e di adeguare nel tempo gli spazi abitativi senza costi esagerati.

Consigli per progettare una casa flessibile e senza barriere

Una progettazione accorta comincia fin dall’ingresso di casa: i gradini davanti alla porta d’entrata possono essere sostituiti da una breve rampa uniforme, che rende più agevole l’accesso.

Soglie e dislivelli andrebbero eliminati anche dalle porte delle stanze interne e dei balconi. In questo modo si garantisce una maggiore libertà di movimento sia ai bambini piccoli, sia alle persone in sedia a rotelle o che fanno uso di deambulatori.

Sono inoltre da evitare le porte scorrevoli o girevoli a sollevamento, il cui peso rappresenta spesso un problema per le persone che hanno poca forza nelle mani o nelle braccia.

Le stesse dimensioni delle porte andrebbero studiate in modo da lasciare sufficiente spazio per l’eventuale passaggio di carrozzine e sedie a rotelle.

Lo spazio è di fondamentale importanza anche nel caso dei servizi igienici. Un buon progetto dovrebbe garantire l’accessibilità a bagno e WC anche per coloro che hanno difficoltà motorie. Lo stesso vale per la doccia, che dovrebbe essere priva di soglia e a livello con il pavimento.

Per quanto riguarda la zona notte, accanto ai letti occorre prevedere uno spazio sufficiente per una sedia a rotelle o un deambulatore.

Nella progettazione dell’impianto elettrico è opportuno considerare la possibilità di automatizzare a posteriori l’apertura/chiusura di porte e finestre e l’azionamento delle tapparelle. Da ricordare che anche un eventuale montascale funziona ad energia elettrica. Progettando da subito un adeguato numero di canaline, la futura posa di nuovi cavi sarà più semplice e meno costosa.

Nelle case unifamiliari e nelle abitazioni pluripiano andrebbe previsto lo spazio per un eventuale ascensore. Predisponendo da subito un pozzetto, si rispamia sui costi per la successiva installazione dell’ascensore. Inoltre, fintanto che rimane vuoto, questo spazio può essere utilizzato come ripostiglio o dispensa.

Basta un piccolo incidente, ad esempio un braccio o una gamba rotta, per comprendere l’importanza di una casa flessibile e senza barriere.

Progettare con lungimiranza è il principio base a cui attenersi quando si costruisce o ristruttura la propria abitazione. Perché una casa flessibile migliora la qualità della vita e aiuta a risparmiare tempo e denaro in caso di successive modifiche.

A chi rivolgersi?

Oltre a progettisti e arredatori, vi sono diversi enti che offrono consulenza e assistenza nella progettazione di una casa flessibile e senza barriere.

Principali contatti
Cooperativa sociale Independent L.
Consulenza, assistenza e abbattimento di barriere architettoniche
info@independent.it
www.independent.it

Arche im KVW
Wohnberatung für Senioren
info@arche-kvw.org
www.kvw.org



Foglio informativo: WA142
Situatione: 10/2016